SINTROPIA

SYNTROPY

 

Libri

Rivista

Contatti

Attività

 

 

Books

Journal

Contacts

Activities

 

 

Che cos’è la sintropia

 

La famosa equazione energia/massa, E=mc2, che comunemente associamo ad Einstein, fu pubblicata per la prima volta nel 1890 da Oliver Heaviside, poi da Poincaré nel 1900 e da Olinto De Pretto nel 1903.

 

Questa equazione non prende in considerazione il momento (la quantità di moto) e nel 1905 Einstein la completò nella famosa energia-momento-massa:

 

E2=m2c4+p2c2

 

Poiché l’energia è al quadrato (E2) e nel momento abbiamo il tempo, esistono due soluzioni per l’energia: una a tempo positive e l’altra a tempo negativo.

 

L’energia a tempo negativo implica che il futuro già esiste e che può modificare il presente e il passato. Nel 1920 due fisici di primaria importanza, Heisenberg e Bohr, rifiutarono questa possibilità e da allora solo la soluzione a tempo positivo viene presa in considerazione.

 

Nel 1941 Luigi Fantappiè, uno dei maggiori matematici dell’epoca, iniziò a lavorare sulle proprietà matematiche delle soluzioni dell’energia a tempo positivo e a tempo negativo e scoprì che la soluzione a tempo positivo descrive energia che diverge da cause e che si disperde nell’ambiente diventando non più disponibile, governata dalla legge dell’entropia, , mentre la soluzione a tempo negativo descrive energia che si concentra verso attrattori, aumenta in complessità, differenziazione, struttura e ordine ed è governata da una legge complementare all’entropia che Fantappiè denominò sintropia (dai termini greci sin, che significa convergente, e tropos che significa tendenza).

 

Nel 1942 Fantappiè scrisse un saggio intitolato La Teoria Unitaria del Mondo Fisico e Biologico dove suggerisce che il mondo materiale e visibile è governato dalla soluzione a tempo positivo e dalla legge dell’entropia, mentre la vita è espressione della soluzione a tempo negativo e della legge della sintropia.

 

La matematica è robusta e la teoria spiega in modo elegante le proprietà della vita e della meccanica quantistica. Fantappiè non riuscì però a fornire prove sperimentali, in quanto non era in grado di realizzare esperimenti retrocausali.

 

Nel 2007 Antonella Vannini formulò la seguente ipotesi operativa:

 

Se la vita è alimentata dalla Sintropia, i sistemi che sostengono la vita, come il sistema nervoso autonomo, dovrebbero mostrare attivazioni retrocausali.”

 

Antonella ha realizzato esperimenti che mostrano una forte attivazione retrocausale del sistema nervoso autonomo, dando in questo modo la prova sperimentale alla sintropia. Ha anche mostrato che gli effetti retrocausali sono mediate dai sentimenti (associate all’area del cuore) e che il cervello razionale non riesce ad accedere a questa informazione. Sperimentiamo presentimenti del futuro, ma raramente abbiamo precognizioni: sentiamo il futuro, ma non lo conosciamo.

 

 

 

 

What is syntropy

 

The famous energy/mass relation, E=mc2, that we commonly attribute to Einstein, was first published in 1890 by Oliver Heaviside, then by Poincaré in 1900 and by Olinto De Pretto in 1903.

 

This relation does not take into account the momentum (the amount of motion) and in 1905 Einstein completed the equation with his famous energy-momentum-mass:

 

E2=m2c4+p2c2

 

Since energy is squared (E2) and time is in the momentum, two energy solutions exist: a forward and a backward-in-time energy.

 

Backward-in-time energy implies that the future already exists and that it can modify the present and the past. In the 1920s two influential physicists, Heisenberg and Bohr, rejected this possibility and since then only the forward-in-time energy solution is used.

 

In 1941 Luigi Fantappiè, one of the foremost mathematicians, started working on the mathematical properties of the forward and backward-in-time energy solutions and discovered that the forward-in-time solution describes energy that diverges from a cause, spreading randomly and becoming unavailable, governed by the law of entropy, whereas the backward-in-time solution describes energy that concentrates towards attractors, increasing differentiation, complexity, order and structures, governed by a complementary law to entropy that he named syntropy (combining the Greek words syn, which means converging, and tropos which means tendency).

 

In 1942 Fantappiè wrote a short book titled The Unitary Theory of the Physical and Biological World where he suggests that the material, visible world is governed by the forward-in-time solution and the law of entropy, whereas life is governed by the backward-in-time invisible solution of syntropy.

 

The mathematics is robust and the theory elegantly explains the properties of life and quantum mechanics, but Fantappiè did not provide an experimental validation, since he didn’t know how to devise retrocausal experiments.

 

In 2007 Antonella Vannini formulated the following testable hypothesis:

 

If life is sustained by syntropy, systems which sustain life, such as the autonomic nervous system, should show retrocausal activations.”

 

Antonella devised experiments that show a strong retrocausal activation of the autonomic nervous system, providing the experimental evidence to syntropy. She also showed that retrocausal effects are mediated by feelings (heart feelings) and that the rational brain has difficulties accessing this information. People experience presentiments of the future, but rarely they have precognitions: they feel the future, but they don’t know the future.

 

MORE