5 consigli per ridurre i consumi di energia

5 consigli per ridurre i consumi di energia

Le bollette dell’energia elettrica possono risultare molto onerose! Per fortuna ci sono alcuni piccoli accorgimenti da seguire che ci consentono di risparmiare. Prima di tutto ci sentiamo in dovere di ricordare di sfruttare i siti di comparazione dei prezzi, che consentono infatti di fare un paragone tra le varie offerte che arrivano dai fornitori di energia, così da ottenere dei preventivi con prezzo bloccato e così da poter scegliere l’offerta più adatta per le proprie esigenze e per il proprio personale budget. Tra i siti di comparazione dei prezzi migliori, c’è Chetariffa.it. Semplice e intuitivo da utilizzare, questo sito vi consente di ottenere i risultati della vostra ricerca in pochi istanti appena. Detto questo, ci sono alcuni atteggiamenti che è necessario cambiare, per far sì di ridurre al minimo indispensabile i nostri consumi energetici.

Ecco i 5 consigli per ridurre i consumi di energia a nostro avviso migliori:

  1. Quando non utilizzate i vostri apparecchi elettrici, dovete spegnerli, altrimenti continueranno a consumare energia. Spegnerli non significa lasciarli in stand by. Forse non ci avete mai pensato, ma quella lucina rossa presente sotto alla televisione che vi indica che la TV è spenta da qualche parte dovrà pur prendere l'energia necessaria per stare accesa, non credete? Dovere fare in modo quindi che quella lucina si spenga! Ci sono alcuni apparecchi che possono essere spenti del tutto solo staccando la presa della corrente. Se non volete dover effettuare ogni volta questa operazione, provate ad acquistare delle prese multiple con interruttore. Vi basterà spegnere l'interruttore per interrompere del tutto l’afflusso di energia agli apparecchi di casa. Vi ricordiamo che di solito gli apparecchi che restano in stand by oltre alla televisione sono gli stereo, i computer, i router. Oltre allo stand by, è importante ricordare anche di staccare il caricabatterie dello smartphone, del computer o del tablet dalla presa della corrente quando non viene utilizzato. Anche se l’energia elettrica che consuma quando i device non sono attaccati è minima, si tratta pur sempre di un consumo extra, di uno spreco, che merita quindi di essere eliminato.

  2. Nel caso in cui dobbiate acquistare un nuovo apparecchio o un nuovo elettrodomestico, ricordate sempre di andare alla ricerca di un modello in elevata classe energetica. Si tratta infatti degli apparecchi che consumano la minore quantità di energia possibile e che quindi non hanno un impatto negativo sulla bolletta della luce. Certo, sono un po’ più costosi rispetto agli altri, ma vale la pena spendere qualche decina di euro in più per poter poi ottenere un risparmio di centinaia di euro, non credete anche voi?

  3. Sostituite tutte le lampadine di casa con lampade a LED. Per fortuna le lampadine ad incandescenza sono state messa al bando, lampadine queste che comportavano infatti consumi energetici davvero eccessivi, oltre a risultare anche molto difficili da smaltire alla fine della loro vita. Oggi le lampadine che sono disponibili in commercio sono tutte a risparmio energetico, ma alcune lo sono molto più delle altre. Le lampadine che consente di ottenere un migliore risparmio energetico sono quelle a LED, che inoltre hanno anche una vita molto più lunga rispetto alle altre lampadine e risultano più semplici da smaltire alla fine della loro vita. E ovviamente ricordatevi di spegnere le luci quando l’illuminazione naturale che arriva dalle finestre è sufficiente a vedere al meglio e quando vi spostate da una stanza all'altra della casa.

  4. Per ridurre i consumi potrebbe essere interessante anche installare un misuratore di corrente. Si tratta di un piccolo apparecchio che consente di controllare in tempo reale i propri consumi. Con questo apparecchio è facile rendersi conto di quali siano gli atteggiamenti che teniamo in casa che possono rendere i consumi eccessivi. Modificandoli di conseguenza, si ha la possibilità di ottenere un eccellente risparmio. Tranquilli, i misuratori di corrente sono apparecchi molto economici!

  5. Infine è molto importante prestare attenzione al corretto utilizzo degli elettrodomestici di più grandi dimensioni, che sono poi anche quelli che tendono a consumare una maggiore quantità di energia. Frigorifero, lavatrice, lavastoviglie e forno, dovrebbero sempre essere posizionati leggermente distanti dalle pareti di casa e lontano da fonti di calore. Inoltre è fondamentale che vengano sottoposti a manutenzione periodica, perché se le performance restano elevate è sicuramente possibile consumare meno energia. La lavatrice e la lavastoviglie devono poi essere sempre utilizzate a pieno carico, effettuando lavaggi brevi, preferibilmente a bassa temperatura, così da evitare sprechi. Anche una decina di minuti alla fine della cottura, specialmente con la funzione ventilata, il forno dovrebbe essere spento. Le pietanza continueranno a cuocere se lascerete la porta del forno chiusa e voi risparmierete un bel po’ di energia.

You may also like

Un curioso caso di greenwhashing? Epson abbandona le stampanti laser

Un curioso caso di greenwhashing? Epson abbandona le stampanti laser

Il mercato delle stampanti laser ha detto addio ad Epson, azienda di fama mondiale che, con una nota diramata in...

Fornitori del mercato libero: come scegliere il migliore

Fornitori del mercato libero: come scegliere il migliore

La fine del regime di maggior tutela di gas e luce, mercato in cui si trova ancora la maggioranza delle...

Tanti piccoli gesti per risparmiare sull’acqua

Tanti piccoli gesti per risparmiare sull’acqua

L’acqua è uin bene prezioso e, sfortunatametne, limitato: quante volte ce lo siamo sentiti ripetere da piccoli? Tuttavia, a differenza...

Noleggio fotocopiatrici: la scelta ecosostenibile che riduce i consumi

Noleggio fotocopiatrici: la scelta ecosostenibile che riduce i consumi

Ormai da anni esistono in Italia moltissime aziende che decidono di affidarsi a servizi di noleggio fotocopiatrici, non solo per...

Back to Top