Tutti i passaggi necessari per richiedere l’ecobonus 110%

Tutti i passaggi necessari per richiedere l’ecobonus 110%

La maggior parte dei paesi europei ha avviato politiche destinate a ridurre l’inquinamento atmosferico. In tale ottica va letto l’ecobonus 110%, agevolazione fiscale inserita nel Decreto Rilancio, per effettuare interventi migliorativi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica di un immobile. L’obiettivo finale è ridurre il consumo energetico e l’impatto sull’ambiente circostante.

L’ecobonus consente di recuperare entro 5 anni, sotto forma di credito di imposta, il 110% delle spese sostenute fino ad un massimo di 90.000 euro per la sostituzione della caldaia (classe A) o l’installazione di un cappotto termico. Il limite massimo di spesa previsto per la caldaia è di 30.000 euro, per il cappotto termico di 60.000 euro.

 

Ecobonus 110%: chi può accedere all’agevolazione?

Nell’ecobonus 110% rientrano:

  • i condomìni;
  • le persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, fino ad un massimo di due unità immobiliari (tenendo conto del riconoscimento delle detrazioni per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio);
  • gli istituti autonomi delle case popolari (IACP) per gli interventi effettuati sugli immobili di loro proprietà, oppure gestiti per conto di comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica;
  • le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per quegli interventi effettuati sugli immobili assegnati in godimento ai propri soci;
  • le organizzazioni non lucrative di utilità sociale;
  • le associazioni e le società sportive dilettantistiche.

 

Quali interventi rientrano nell’ecobonus 110%?

I cosiddetti interventi trainanti che rientrano nell’ecobonus sono:

  • l’isolamento termico fino al 25% dei muri dell’immobile, con un limite massimo di 60.000 euro per unità abitativa;
  • interventi sulle parti comuni degli edifici per sostituire i vecchi impianti di climatizzazione già esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda;
  • interventi sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari collocati in edifici unifamiliari indipendenti, finalizzati a sostituire gli impianti di climatizzazione invernale con impianti nuovi centrali per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua calda.

Per gli interventi di isolamento termico, i materiali isolanti utilizzati devono rispondere ai requisiti minimi indicati dal decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare 11 ottobre 2017. I lavori devono garantire il miglioramento di almeno 2 classi energetiche o, se non è possibile, il conseguimento della classe energetica più alta.

 

L’iter burocratico per accedere al bonus

Per accedere al bonus bisogna innanzitutto rivolgersi ad un esperto di diagnosi energetica, per effettuare un’analisi dell’edificio, con tanto di APE (Attestato di Prestazione Energetica) che ne determini la classe di partenza ed i possibili interventi migliorativi. Un termo-tecnico certificato dovrà certificare, sotto sua responsabilità, che le spese sostenute siano corrispondenti ai criteri richiesti dall’ecobonus 110%. Prima di effettuare i lavoro è consigliabile rivolgersi a 3-4 ditte, così da avere più preventivi a disposizione e scegliere quello migliore per rapporto qualità/prezzo.

C’è la possibilità di cedere il proprio credito alla ditta che effettua i lavori, all’istituto finanziario o alla banca. Le fatture devono essere saldate tramite un bonifico parlante, attestante tutti i dati necessari per non creare confusione, rispetto ad altri pagamenti, al momento della presentazione della domanda.

You may also like

Arredare con materiali bio ed eco-sostenibili. Il cotto fatto a mano è il protagonista.

Arredare con materiali bio ed eco-sostenibili. Il cotto fatto a mano è il protagonista.

Bio, eco-sostenibile, eco-compatibile, green, a basso impatto, sono tutti termini entrati nel linguaggio quotidiano e riferibili a molteplici attività. Si...

Il campo delle bio-pulizie

Il campo delle bio-pulizie

Il bucato è una tra le tante attività domestiche che più ci annoia ma, per avere una biancheria sempre pulita,...

Applicazioni a supporto della mobilità sostenibile

Applicazioni a supporto della mobilità sostenibile

Tra le più interessanti trasformazioni del nostro originale periodo storico, vi sono tutta quella serie di cambiamenti che, nel giro...

Case prefabbricate: ecoincentivi per case sostenibili

Case prefabbricate: ecoincentivi per case sostenibili

Nella prospettiva dell'acquisto di una casa prefabbricata, la valutazione dell'investimento che si sta per compiere non può non tenere conto anche...

Back to Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi